Benvenuti nel laboratorio di MBDRADIO

Benvenuti nel 

laboratorio radiotecnico 

di Maurizio Della Bianca

Welcome

 to the radio lab 

of  Maurizio Della Bianca

Benvenuti nel laboratorio di MBDRADIO
www.laradiodepoca.it / www.radioevalvole.it
Telefonate o contattateci su WhatsApp al: 3396092841
o mandate una e-mail a:
info@laradiodepoca.it

L'ANGOLO DELL' HIFI: "IL GIRADISCHI"

THE HIFI CORNER: "THE TURNTABLE"

 

L' "anello" giradischi si compone di tre elementi egualmente importanti:

• Il fonorivelatore o testina di lettura: primo e minuscolo anello della catena, la testina è tuttavia uno dei più importanti. E' da essa, infatti, che dipende la qualità del segnale musicale.
• La parte meccanica per la trazione del disco: è il piatto che trascina il disco nella sua rotazione e sono le su
e caratteristiche meccaniche a determinare le condizioni di stabilità del segnale.
  Il
braccio di lettura

Non vengono presi in considerazione i giradischi automatici poiché gli apparecchi di questo tipo non corrispondono alle norme dell'alta fedeltà.
E' indispensabile che il disco giri con perfetta regolarità. Un piatto perfettamente equilibrato e abbastanza pesante contribuisce in misura decisiva alla stabilità della rotazione. Le variazioni di velocità di una buona piastra debbono essere contenute nella percentuale di ±1% della velocità nominale.

Le velocità nominali dei dischi sono: 33 giri e 1/3, 45 e 78 giri per minuto primo.
La trasmissione tra il motore e la piastra deve essere realizzata in modo che le vibrazioni meccaniche (rumble) non vengano trasmesse alla testina.

Con la trazione a cinghia questo problema non persiste mentre con la trazione diretta, in cui la trasmissione del piatto è ottenuta per mezzo di ingranaggi solidali con l'albero motore, la velocità è regolata elettronicamente.
Questi ultimi sono praticamente esenti da qualsiasi variazione di velocità ed hanno, a differenza dei primi, un avviamento quasi istantaneo.


 

IL BRACCIO DI LETTURA

L'inerzia del braccio deve essere la minore possibile perché possa sfruttare tutte le doti di cedevolezza di una buona testina. La frequenza di risonanza del braccio deve essere situata al di fuori dello spettro udibile.

E' indispensabile che le regolazioni dell'equilibrio, della pressione e della compensazione della spinta laterale (antiskating) siano eseguite in modo preciso.

E' bene che il porta-testina (chiamata comunemente conchiglia) sia il più leggero possibile allo scopo di ridurre al minimo il peso all'estremità del braccio ed è consigliato un dispositivo idraulico per la discesa frenata della puntina di lettura sulla superficie del disco.
 

LA TESTINA

La testina (o pick-up) ha il compito di trasformare movimenti meccanici in impulsi elettrici.
Esistono due tipi differenti di testine basati su principi diversi:

  • PIEZOELETTRICHE: queste testine non rispondono alle norme di Hi-Fi e pertanto non le prendiamo in considerazione.
     

  • MAGNETICHE: sono le più utilizzate e si suddividono a loro volta in tre categorie:

  1. MAGNETE MOBILE (o MAGNETODINAMICHE): queste testine hanno il vantaggio di avere una puntina di diamante facilmente sostituibile e un livello di uscita abbastanza elevato.

  2. BOBINA MOBILE (o ELETTRODINAMICHE): hanno una risposta molto lineare e una qualità eccezionale, ma presentano due inconvenienti: un livello di uscita basso e difficoltà nella sostituzione della puntina.

  3. MAGNETE INDOTTO: si basano su una concezione intermedia tra le due precedenti.

Citiamo anche altri tre tipi di testine che si basano su principi diversi e il loro impiego è piuttosto raro (da completare):

A Condensatore. L'equipaggio mobile fa variare la capacità di un condensatore che modula una corrente ad altra frequenza;

A resistenza variabile (o a semiconduttori). Sono di ottima qualità ed esigono, data la loro grande leggerezza, l'impiego di un braccio con pochissima inerzia;

 
Fotoelettronici.

 

 

 

 


 

La puntina di lettura, che esplora i solchi del disco, tagliata in una minuscola sbarretta di diamante, può essere conica o ellittica. Quest'ultima è preferibile perché consente una migliore lettura dell'incisione.
Le pressioni di lettura variano, di solito, a seconda dei modelli, da 0,75g a 3g.
Per evitare difficoltà di lettura di certi dischi aventi una particolare modulazione, è consigliabile utilizzare il valore massimo indicato dal costruttore della testina.

 

Caratteristiche di una testina "Hi-Fi":

Cedevolezza o combianza (compliance). E' l'attitudine della puntina a seguire il solco. Una cedevolezza elevata consente di ridurre la pressione di lettura e ne consegue una minore usura del disco e del diamante.

Curva di risposta. La banda passante di una testina deve coprire tutte le frequenze udibili e la curva di risposta, che copre tali valore, non deve allontanarsi troppo dalla linea retta ideale. Le testine migliori presentano una curva di risposta che varia di ±0,5-1dB a seconda della frequenza.

La diafonia. Indica il grado di separazione tra il canale sinistro e il canale destro. Il tasso di diafonia risulta generalmente inferiore a 1000Hz ed è essenziale che questo valore si mantenga debole nelle frequenze alte, le quali, data la loro direttività, hanno grandissima importanza nella localizzazione spaziale del suono.

 

 




 

 


 

MANUTENZIONE

Il giradischi non richiede una particolare manutenzione. E' bene eliminare regolarmente la polvere dal disco di gomma o di altro materiale antistatico che ricopre il piatto.
Quanto alla testina è bene pulire spesso la puntina di lettura. La polvere che si deposita sul diamante, altera la trasparenza di lettura, introduce distorsioni e aumenta l'usura. Per la pulizia della puntina si consiglia un pennellino di setole.
Sostituite la puntina di diamante dopo un periodo d'uso variante da 200 a 600 ore.


 

 

 

Torna alla pagina "L'angolo dell'Hi-Fi"

Radiolaboratorio e Ordini

info@laradiodepoca.it

Radio lab & Order